Spettacolare esercitazione del Soccorso Alpino sulle piste di Campo Staffi

Pubblicato il Pubblicato in Notizie

De Meis: “Stretta una sinergia importante tra il Comune ed il Soccorso Alpino”

Seggiovia bloccata, scatta l’allarme ed entra in scena il Soccorso Alpino, si è trattato fortunatamente soltanto di un’esercitazione, ma fondamentale per poter intervenire in totale sicurezza ed efficienza nel caso di reali incidenti su un impianto di risalita a fune. Una simulazione svolta a seguito di un accordo tra il Comune di Filettino ed il Soccorso Alpino della Regione Lazio. Lo scenario è stato quello di Campo Staffi per effettuare l’esercitazione ed allo stesso tempo è stato un vero “spettacolo” ammirare la destrezza e la capacità degli uomini del Soccorso Alpino nei casi in cui possa bloccarsi improvvisamente la seggiovia per mancanza di energia elettrica ed il conseguente recupero di alcune persone rimaste bloccate in alto, o colte da malore, o in preda al panico, o per le avverse condizioni meteo. L’esercitazione in questione, ha riguardato una prova di scarico di un impianto di risalita, e si è svolta sulla seggiovia, nel comprensorio sciistico di Campo Staffi, il tutto in orario ad impianti chiusi al pubblico. Per esercitarsi e simulare la liberazione e l’evacuazione dei passeggeri, i tecnici delle squadre di terra del Soccorso sono salite dapprima sui pali dell’impianto, quindi da lì si sono calati lungo la linea per raggiungere le varie seggiole. Le persone sedute (gli stessi tecnici del soccorso) sono state dapprima imbragate, quindi calate a terra con l’ausilio di apposito materiale, come imbraghi, carrucole, corde. La procedura adottata in questi casi dal Soccorso Alpino segue manovre di evacuazione molto specifiche, svolte sempre in totale sicurezza. “Il Soccorso Alpino –ha commentato il Sindaco Paolo De Meis– è un’istituzione della montagna i suoi componenti vengono definiti  “gli angeli custodi della montagna”, e ne  garantiscono incolumità e sicurezza ai residenti ed ospiti. Campo Staffi si è dimostrato all’altezza della simulazione effettuata con grande capacità e precisione”.  Nel periodo invernale, oltre all’esercitazione sugli impianti di risalita, le squadre del Soccorso Alpino sono impegnate in simulazioni di soccorso in valanga, e di recupero di escursionisti in difficoltà con manovre effettuate su neve e ghiaccio.